Valencia low-cost

Valencia low-cost

Come promesso torno a parlarvi del mio viaggio a Valencia.

Negli ultimi anni è diventata una delle città più importanti della Spagna, alla pari di Barcellona e Madrid. Il suo processo di rinnovamento è iniziato durante la Coppa America del 2007 che ha permesso il recupero di tutta la zona della spiaggia e del porto e con la costruzione della Città delle Arti e della Scienza, che si fonde perfettamente con l’antico centro storico, ha rilanciato tutta la città.

Tutto questo ha fatto anche salire i prezzi, ma nonostante tutto è possibile organizzare un viaggio low-cost.
Vi do un paio di dritte che ho utilizzato nel mio viaggio di 3 giorni.

Volo e alloggio

I voli più economici sono sempre quelli Ryanair e per quanto riguarda gli alberghi c’è solo l’imbarazzo della scelta tra ostelli e alberghi sui soliti Booking e Airbnb.

Io purtroppo sono troppo vecchio per andare in un ostello e quindi ho optato per un albergo appena fuori dal centro ma in un punto strategico in quanto a metà strada tra la città vecchia e la Città delle Arti e della Scienza.
L’albergo Villacarlos ha un ottimo rapporto qualità prezzo e se vi piace camminare, è facilmente raggiungibile potendo vedere le zone circostanti il centro storico.

Come spostarsi

Valencia è molto ben collegata con una metropolitana essenziale e molto semplice da prendere. Una volta arrivati in aeroporto, recandovi all’ufficio informazioni o alle macchina automatiche, bisogna acquistare il biglietto della metro in base alle zone della città, al  tipo di vacanza che volete fare e ai giorni di permanenza. Su questo link potete trovare tutti i dettagli sui biglietti.

Io vi consiglio di acquistare il Bono Trasbordo che da diritto a 10 viaggi sia in metro che in autobus, a un costo di 9€ ed è ricaricabile tramite le macchine automatiche.

Se invece vi piace camminare vi consiglio di fare il biglietto singolo, che costa 1,50 € in modo da poter visitare la città a piedi in lungo e in largo.

Valencia lowcost

Nel caso vogliate prendere un taxi per i vostri spostamenti, non preoccupati perché anche questi sono molto economici.

Cosa mangiare

Ovviamente le tapas sono lo street food tipico e più economico che potete trovare, come in tutte le città della Spagna. La città pullula di  bar e locali dove saziarvi spendendo poco. Ovviamente ricordatevi di accompagnare il tutto con una cerveza, una sangria o un tinto de verano.

Ci sono tre cose che dovete assolutamente provare se andate a Valencia.

La Paella Valenciana è il piatto tipico della zona, fatta con carne di pollo e coniglio e vedure nella sua ricetta originale. Per un ottima paella vi consiglio il ristorante Canela, nel Barrio del Carmen. Nonostante la sua posizione centrale, i prezzi sono economici e la qualità è ottima.

Valencia low-cost

Il bocadillo y jamon (panino col prosciutto) all’interno del mercato centrale.
Come per la Bouqueria di Barcellona, anche a Valencia potete gustare e acquistare prodotti tipici a poco prezzo. Tra tutti quelli che ho mangiato, il panino con il prosciutto in questo mercato è stato il più buono.

L’Agua de Valencia, un drink fatto con spumante e succo d’arancia che potete trovare in qualunque locale della città.

 

Valencia merita più di una singola visita, soprattutto in un periodo caldo in modo da godersi a pieno la zona della spiaggia.

Sicuramente dovreste organizzare un viaggio nel mese di Marzo in quanto a Valencia si svolge Las Fellas, una festa che coinvolge tutta la città che viene completamente ricoperta di luci sotto le quali passano i famosi carri con strutture di carta pesta, che danno appunto il nome alla festa. Un pò come il nostro carnevale.

 

E voi siete mai stati a Valencia?
Se le mie dritte vi sono state utili, lasciate il vostro commento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.