Il mio viaggio solitario a New York…e dintorni

Il mio viaggio solitario a New York…e dintorni

Per me New York è un posto speciale del quale non mi stanco mai. Una città che mi ha rubato il cuore e nella quale mi sento a casa nonostante il casino, le circa 10 milioni di persone e il fatto che io non sia un amante delle grandi metropoli. È un posto speciale perché rappresenta il punto di partenza della mia avventura. Così dopo il mio primo viaggio solitario a New York, ne ho organizzato subito un altro con l’intento di vistare anche i “dintorni” di Manhattan.

Mi sono addentrato per le strade di due quartieri storicamente degradati e pericolosi ma che invece si sono rivelati per la loro unicità.

Il Bronx è sicuramente il più famoso. In passato era una delle zone più malfamate e pericolose della città. Il continuo dilagare della criminalità fece scappare gli abitanti verso quartieri migliori, lasciando interi palazzi disabitati che divennero quartier generale delle numerose gang. A partire dagli anni ‘80 è iniziato il precesso di riqualificazione ed oggi la criminalità è in continua diminuzione. Passeggiando per le strade si vede la netta differenza con la city data dai palazzi poco eleganti, dai bambini che giocano a basket usando la scala antincendio come canestro, dai murales che raccontano la cultura hip hop nata proprio qui nel Bronx.

Il mio viaggio solitario a ny

Il Queens è uno dei quartieri più popolati dello Stato con i suoi 2 milioni di persone. A tutti gli effetti una vera e propria città caratterizzata dal gran miscuglio di razze. Gli immigrati rappresentano circa il 50% della popolazione, divisi nelle diverse zone del distretto: ad Astoria c’è la comunità greca e latina, a Jackson Heights la comunità indiana, a Flushing-Northeast gli asiatici e a Jamaica gli afroamericani. La presenza di così tante etnie in passato aveva reso il quartiere poco sicuro, ma oggi è stato completamente riqualificato ed è quindi visitabile senza grossi rischi. A tutti gli effetti una delle zone più belle e particolari di tutta New York.

Il mio viaggio solitario a New York e dintorni

Nei giorni restanti ho visitato in giornata le più importanti città americane: Philadelphia, Washington e Boston. Tramite i siti Peter Pan e Megabus è possibile acquistare biglietti spendendo tra i 20$ e i 30$, partendo la mattina presto da New York e rientrando in serata.

Nei prossimi articoli vi racconterò questi viaggi nel viaggio,  brevi ma molto intensi.

E voi siete mai stati in queste zone e nelle città vicine New York?

Ditemelo lasciando un commento

Andate sulla mia pagina Instagram lonelytravelsit per guardare tutte le foto dei miei viaggi!!!

5 thoughts on “Il mio viaggio solitario a New York…e dintorni

  1. Anche io lo scorso novembre sono tornata a New York, quella città mi ha davvero stregata… e anche io stavolta mi sono dedicata ad angolini più inesplorati e a città nei dintorni.
    Io più che altro ho passato molto tempo a Brooklyn, visto che l’amica che mi ospitava abita lì, e poi sono stata a Philadelphia e Boston come te in giornata. A Washington c’ero già stata la prima volta!
    Un po’ un’ammazzata ma anche per me è stata una bellissima esperienza… ho trovato i bus a pochissimo con Megabus e si può dire che è stata una delle mie prime esperienze di viaggio (quasi) da sola, visto che la mia amica lavorava e la vedevo solo la sera!
    Era solo lo scorso novembre ma mi sembra già una vita fa… voglio tornare!!

    1. Ciao Diletta. Io invece mi sono concentrato su Manhattan nel mio primo viaggio e un po’ su Brooklyn. Mentre nel secondo oltre a visitare il Queens e il Bronx ho fatto queste piccole “escursioni” in giornata per vedere il più possibile. Bellissima esperienza soprattutto perché io adoro girare a piedi. Come sempre una vacanza no-relax. Anche io spero di tornarci presto perché NY è la città che adoro più di tutte!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.