Boston in giornata

Boston in giornata

L’ultima città che ho visitato nel mio viaggio solitario a New York, dopo Philly e Washington, è stata Boston.

Un’altra città importante per gli Stati Uniti dal punto di vista storico, culturale e sportivo. La particolarità di Boston è il connubio tra passato e presente…infatti è molto facile imbattersi in costruzioni vecchie di 100 anni accanto a grattacieli moderni.

Boston in giornata

Fortunatamente tutti i maggiori punti di interesse sono concentrati in poche zone quindi, anche se come al solito un giorno non è sufficiente per vedere tutto, è possibile visitare gran parte della città.

Come già detto negli articoli precedenti, anche in questo caso ho preso un bus da New York per arrivare di buon ora in città. Appena arrivato a South Station mi sono addentrato subito nelle strade cittadine per familiarizzare con il nuovo ambiente.

La mia prima tappa è stata il New England Acquarium. Devo dire di non essere un vero e proprio amante di questi luoghi perché non si riesce mai a capire se gli animali sono trattati come si deve, anche se forse è l’unico modo per vedere alcune specie difficili da trovare nei classici viaggi.

Boston in giornata

Una volta finita la visita mi sono diretto sul molo di South Boston che è a tutti gli effetti un quartiere molto sofisticato con i suoi alberghi e  ristoranti chic, fino ad arrivare nella zona più “popolare”. Da qui mi sono goduto lo skyline di Boston, ma il mio vero intento era quello di mangiare la specialità della città: il Lobster Roll (panino con l’aragosta) da James Hook.

Street food e low-cost sono sempre la mia filosofia di viaggio. Anche se in questo caso il Lobster roll costa sui 15$…ma diciamo che è sicuramente è da provare.

A questo punto non mi restava altro che addentrarmi nel cuore della città. Il modo migliore per visitare Boston è percorrere la Freedom Trail che permette di vedere tutti maggiori punti di interesse della città vecchia. Io però ho deciso per un itinerario diverso, così ho iniziato una lunga passeggiata fino al quartiere di Bacon Hill caratterizzato dalle sue stradine lastricate con lampioni a gas e dalle case di mattoni rossi. Un vero tuffo nel passato.

Costeggiando poi il Boston Common, il più grande parco della città, ho deciso di arrivare fino alla periferia per vedere lo stadio dei leggendari Red Sox, che proprio in quel giorno stavano giocando. Ho potuto per la prima volta percepire la carica di una partita di baseball e sentire la folla urlare dopo la battuta. Così ho deciso di mettere nella lista delle cose da fare in uno dei prossimi viaggi, andare a vedere una partita Major League.

Boston in giornata

Camminando per le strade della città ho respirato un atmosfera particolare dovuta proprio al cunnubio tra vecchio e moderno che si uniscono rendendo Boston una città unica nel suo genere.

Tornando verso la stazione per riprendere l’autobus, mi sono fermato al Prudential Center per poter ammirare la città dall’alto salendo sull’osservatorio. Inoltre qui è possibile consultare dei video interattivi sulla storia sportiva della città.

Boston in giornata

Se state organizzando un viaggio sull’andamento east-coast, una sosta a Boston è d’obbligo.

Andate sulla mia pagina Instagram lonelytravelsit per guardare tutte le foto dei miei viaggi!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.